News

Un workshop a contenuto consuntivo inerente il progetto di inclusione sociale " Perché no?". Questo il contenuto della giornata seminariale che si è svolta ieri mattino a Modica al Palazzo della Cultura. Gli attori protagonisti del progetto, gli assistenti sociali e parte dei partner del progetto che vede coinvolti i Comuni di Modica, Pozzallo, Scicli ed Ispica, si sono dati appuntamento per riflettere sulle modalità di realizzazione e svolgimento del progetto che è stato indirizzato ai giovani a rischio marginalizzazione e agli immigrati con particolare riferimento ai reclusi nella casa circondariale di Modica Alta. L'incontro è servito a focalizzare l'attenzione sulle realizzazioni di "Perchè no?" nella città di Modica con particolare riferimento alle esperienze di laboratorio protetto realizzate in favore di giovani presso il laboratorio dolciario don Puglisi e a beneficio degli immigrati presso la casa circondariale di Modica. Il laboratorio protetto è stata una sperimentazione di metodologia di formazione pratica, volutamente differente rispetto all'impostazione classica del corso di formazione.

Leggi tutto...

“Salutiamo con grande soddisfazione e spirito di amicizia l’elezione di Gianni Gulino alla guida di Confcooperative Ragusa”. Questo è il primo pensiero che Aurelio Guccione, presidente del Consorzio “La Città Solidale” offre alla luce di quanto emerso durante l’Assemblea di Confcooperative Ragusa. “Finalmente – spiega Guccione – anche Ragusa si è dotata dei propri organismi regolarmente eletti, sebbene dopo tre anni di ottimo commissariamento”. Ma, al di là di tutto, resta la consapevolezza del lavoro da fare. Un impegno che il Consorzio intende portare avanti con determinazione. “Siamo presenti nel Consiglio di Confcooperative – prosegue Guccione – sia come Consorzio, che con i nostri rappresentanti delle cooperative. A parte il sottoscritto, infatti, portiamo in Consiglio Maria Palazzolo (Demetra), Giovanni Brafa (Esistere), Francesco Cannizzo (Jumangi), Pietro Pitino (L'Arca), Emiliana Di Martino (Educere), Marilena Meli (Nuovi Orizzonti).

Leggi tutto...

Si chiama “Sprigioniamo sapori” ed è il nome del marchio presentato questa mattina dal consorzio “La Città Solidale” al termine della due giorni di seminario dedicato all’economia sociale. Un marchio che rappresenta una risposta concreta per l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati e per il pieno recupero dei detenuti. Aurelio Guccione, presidente del Consorzio, entra nei dettagli del progetto. “Il nostro consorzio – spiega - ha inteso intraprendere un azione imprenditoriale che ad oggi ha già creato 10 posti di lavoro, di cui sei di inclusione di svantaggiati presso la casa circondariale di Ragusa. Il progetto consiste nell’avviamento di un impresa per gestire la cucina detenuti e il bar/spaccio aziendale. Nella mensa vengono occupati due cuochi, due aiuto cuoco detenuti e 4 inservienti detenuti. Mentre nel bar spaccio sono occupati una donna e un barista. La prospettiva del progetto è di integrare nel mondo del lavoro i detenuti, offrendo loro la possibilità di lavorare anche dopo l’espiazione della pena. Infatti, si prevede di offrire il catering esterno con l’organizzazione di banchetti, cerimoniali e degustazioni oltre che di punti vendita esterni dei prodotti gastronomici”.

Leggi tutto...

Si apre domani il secondo Seminario sull’economia sociale promosso dal Consorzio “La città solidale di Ragusa”. Un appuntamento dal tema “Cooperazione e occupazione, modelli e buone prassi per lo sviluppo sostenibile” e che intende favorire un nuovo dialogo tra le realtà della cooperazione sociale e le forze economiche e politiche del territorio. Il seminario si svolgerà nell’intera giornata di venerdì e sabato mattina nell’Aula Magna dell’ex Facoltà di Agraria in via Solarino ad Ibla. Di grande prestigio i nomi dei relatori coinvolti. Da Gaetano Mancini, presidente regionale di Confcooperative a Claudia Fiaschi, presidente nazionale del Consorzio “Gino Mattarelli”, passando per l’importante intervento del Colonnello della Guardia di Finanza Francesco Fallica chiamato a relazionare a proposito dei “controlli sui finanziamenti pubblici e sull’affidamento dei servizi nella normativa nazionale ed Europea”. “Ma tutti gli ospiti del seminario – spiega Aurelio Guccione, presidente de “La Città solidale”- rappresentano un’occasione di crescita per tutti noi. Abbiamo invitato persone che vivono ogni giorno la realtà della cooperazione a livello nazionale, senza trascurare le testimonianze delle nostre cooperative sociali.

Leggi tutto...

Il Consorzio di Cooperative Sociali “La Città Solidale” di Ragusa ha istituito, un appuntamento annuale sull’Economia Sociale e sul ruolo della cooperazione nei processi di sviluppo.

Il seminario si svolgerà venerdì e sabato 23-24 novembre nell’Aula Magna dell’ex Facoltà di Agraria in via Solarino ad Ibla.

Aderiscono all’iniziativa, la Camera di Commercio, Confcooperative, il Consorzio Nazionale di cooperative sociali Gino Mattarelli e dell’Agenzia di Lavoro Sociale Mestieri.

Leggi tutto...

La crisi ha determinato, dal 2008 ad oggi, l’espulsione dal mercato del lavoro in Italia di più di 700.00 persone. Il dato è ulteriormente drammatico se si considerano i lavoratori posti in cassa integrazione o il ricorso agli ammortizzatori sociali in deroga, 470.000 sono i lavoratori in cassa integrazione a zero ore. Nulla ci sarebbe da aggiungere sui casi disperati di aziende industriali in chiusura, liquidazione, fusione e/o conversione che, anziché produrre nuovi posti di lavoro, producono disoccupazione. Anche a Ragusa. Sul versante della disabilità, rispetto alle prescrizioni della legge 68/99, ci sono circa 80.000 posizioni lavorative scoperte, mentre i disabili in cerca di lavoro o, meglio, in attesa di un opportunità lavorativa si attestano intorno a 700.000 unità. Questi dati nazionali risultano fortemente amplificati in Sicilia e in questa provincia. Se ne deduce una incapacità cronica ad inserire le persone potenzialmente produttive nel mercato del lavoro. “L’esclusione dal mercato del lavoro – afferma Aurelio Guccione, presidente del Consorzio “La Città Solidale” - è un fenomeno sociale preoccupante che porta con se problemi legati alla povertà, alla sicurezza sociale, alla capacità di spesa delle famiglie e delle persone.

Leggi tutto...

Verrà istituito anche in provincia di Ragusa un Osservatorio per le Cooperative. È quanto emerso nel corso della conferenza stampa promossa da Confcooperative Ragusa alla presenza del Presidente Regionale della Confederazione e Commissario della sede iblea, Gaetano Mancini. L’incontro con la stampa è servito per mettere a fuoco alcuni problemi molto seri che riguardano i rapporti tra le cooperative sociali e gli Enti pubblici che usufruiscono dei loro servizi. “Non è possibile – afferma Mancini – che piccole cooperative debbano svolgere il ruolo della banca per conto degli Enti pubblici. Anche in provincia di Ragusa ci troviamo dinanzi ad una situazione allarmante. I Comuni, infatti, hanno dei debiti sempre più consistenti nei riguardi delle cooperative che svolgono fondamentali servizi di qualità a sostegno delle persone. Parliamo di realtà che si occupano di disabili psichici e fisici, di minori a rischio e, più in generale, di fasce della popolazione svantaggiate che, senza l’aiuto delle cooperative, resterebbero per strada o riaffidate alle famiglie di origine”.

Leggi tutto...

Si svolgerà a Ragusa il 23 e 24 novembre 2012 il Secondo Seminario sull’Economia sociale promosso ed organizzato dal Consorzio “La Città Solidale”. “Il seminario – spiega Aurelio Guccione, presidente del Consorzio – intende porre al centro della discussione il ruolo della cooperazione come leva e motore dell’occupazione. Non ci stancheremo di ripetere che, mentre tutti gli altri settori registrano un momento di crisi e di perdita di posti di lavoro e di ore di produttività, il mondo delle cooperative riesce, nonostante tutto, a reggere i livelli occupazionali. In alcuni casi, in particolar modo nella cooperazione sociale, assistiamo persino ad un lieve incremento delle ore di impiego e ad una loro stabilizzazione”. La ridistribuzione del reddito, dunque, come possibile chiave per uscire dalla crisi ed alimentare un modello di sostenibilità sociale. “Vorremmo che da questo seminario – prosegue Guccione – scaturissero idee e proposte innovative per le politiche sociali. Dobbiamo puntare ad una idea di sviluppo complessiva per l’essere umano.

Leggi tutto...

Il progetto “Rompete le righe” si è ormai concluso, ma nuovi sapori si sprigionano dal percorso che rientra nella programmazione 2007/2013 del Fondo Sociale Europeo. “Rompete le righe” ha coinvolto tra i vari partner il Consorzio “La Città solidale”, l’En.A.I.P., il consorzio “Mestieri”, la Provincia di Ragusa, il Comune di Vittoria, la Multifidi, Cna, Coldiretti, Alter ego Consulting e Euro Development. Protagonisti del percorso formativo sono stati i detenuti delle case circondariali di Ragusa, Modica e dell’Ufficio di esecuzione penale esterna di Ragusa. Per loro sono stati predisposti diversi percorsi formativi dalle 250 alle 300 ore. Dieci in tutto i percorsi di work experience proposti. La fine del progetto segna, però, l’inizio di una nuova scommessa. Da “Rompete le righe”, infatti, nasce un’iniziativa concreta che si propone di offrire una possibilità di riscatto ai detenuti operando comunque in una logica di impresa. “Sprigioniamo sapori” è il nome della nuova impresa sociale che tra qualche settimana sarà pienamente operativa.

Leggi tutto...

Un grande successo. Siamo ormai ad un passo dalla conclusione del campo estivo promosso all’interno del progetto “GIFT - Imprenditori del proprio futuro nel loro territorio”, ma un primo bilancio è entusiasmante. Il progetto sta interessando 31 bambini appartenenti alle classi elementari delle scuole di Scicli per i quali i responsabili di GIFT hanno organizzato, a titolo del tutto gratuito, attività ludico ricreative che comprendono attività sportive, laboratori artistici e musicali. Per quasi un mese i corridoi dell’Istituto Tecnico Agrario di Scicli, in viale Dei Fiori 13, si è trasformato in un’oasi di divertimento costruttivo. Laboratori ludico-ricreativi di pittura, disegno, attività manuali con creazione di oggetti, lavorazione di pasta modellabile. Ma anche laboratori di giocoleria con giochi di acrobatica. E soprattutto tanti giochi di squadra. “I bambini ed i genitori – spiega Gabriella Occhipinti, coordinatrice del campo estivo – sono entusiasti del lavoro svolto finora. Abbiamo riscontrato una partecipazione molto assidua da parte di tutti i bambini coinvolti.

Leggi tutto...

Pagina 6 di 8

Newsletter